fbpx
/
/
Castello che vai, fantasma che trovi

Castello che vai, fantasma che trovi

UN FANTASMA AL CASTELLO

Castello che vai, fantasma che trovi. I misteri dei castelli, lasciano molto spazio alla fantasia e all’immaginazione. Molte persone,  sostengono di essere state testimoni oculari di misteriose presenze. Gli spettri avvistati in diversi castelli, sono anime di donne infelici, assassinate o di bambini e nani dispettosi. Come si manifestano i fantasmi? Con quale sembianze? Indossano abiti appartenenti alla loro epoca o lunghe vesti bianche e hanno un aspetto impalpabile. Sono accompagnati dal suono di un lamento, di un pianto, di una risata o dai rumori dei passi lenti. In Italia ci sono molti castelli infestati. Più di quanto si possa immaginare. Venezia è considerata la città con i più alti avvistamenti di fantasmi. Nel castello Maniero di Moncalieri, per esempio, appare spesso l’anima di un monaco; nel castello di Mantova, ogni notte di Natale, appare lo spettro di Agnese Visconti, decapitata, che urla perdono al marito tradito. Un altro castello infestato dai fantasmi è il castello Estense di Ferrara, dove è stata avvistata diverse volte l’anima della bella Lucrezia Borgia. Questo caso, a causa delle ripetute apparizioni, ha richiesto l’arrivo dei Ghost Buster, i cacciatori di fantasmi, ufficialmente chiamati National Ghost Uncover. La presenza di un corpo speciale che studia a livello scientifico l’esistenza di questi episodi, mette sicuramente in discussione i più scettici. I National Ghost Uncover, armati di sensori elettromagnetici, rivelano la presenza degli spettri nei castelli e ruderi d’Italia. Cosa dice la scienza di tutto ciò? La scienza risponde dicendo che il cervello a volte, può visualizzare immagini impresse geneticamente nel nostro cervello e che spesso la suggestione fa tutto il resto. La teoria di un fisico, ritiene che i fantasmi non possono assolutamente esistere in quanto non compatibili con la seconda legge della termodinamica. E voi, a cosa credete?

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
WhatsApp