fbpx
/
/
COSA VEDERE A ROMA: L’itinerario non convenzionale
cosa vedere a roma, un itinerario non convenzionale

COSA VEDERE A ROMA: L’itinerario non convenzionale

Se sei alla ricerca di qualcosa di diverso dei soliti posti, visti e rivisti che vengono consigliati online, e stai freneticamento digitando digitando sui motori di ricerca “cosa vedere a Roma”, allora questo articolo è pensato per te. Abbiamo cercato di raccogliere alcune delle attrazioni più particolari e poco conosciute.

Galleria Sciarra

Galleria sciarra, un posto meraviglioso poco conosciuto a cui nessuno ci pensa mai perdendo l'occasione di vedere questo spettacolo

Si tratta di un magnifico passaggio pedonale aperto al pubblico a pochi passi da Via del Corso e Fontana di Trevi. È accessibile da due 2 ingressi, uno a Via Marco Minghetti e uno a Piazza dell’Oratorio. Il progetto fu realizzato da Giulio De Angelis, uno dei migliori architetti di fine 800 già noto come l’autore che realizzò il palazzo della Rinascente. Fu un architetto particolarmente attento all’uso della ghisa nelle nuove costruzioni e molto vicino allo stile liberty inglese, non sorprende infatti che abbia progettato una struttura a pianta quadrata con una volta realizzata ferro e vetro in cui i raggi del sole mettono in scena un gioco meraviglioso di luci a seconda del memento della giornata in cui si attraversa. Su entrambi gli ingressi vi sono due imponenti colonne di ghisa che danno ancora più maestosità.

La Galleria prospettica di Borromini

La galleria prospettica che si trova nel cortile del maestoso Palazzo spada. Cosa vedere a roma? sicuramente lui!

Si trova all’interno del Palazzo Spada, vicino al cortile e giungendo all’ingresso principale, tenete d’occhio la vostra sinistra. Perché scorgerete una galleria che si inoltra oltre il piccolo giardino di melangoli, a prima vista vi sembrerà lunghissima, invece è una falsa prospettiva. L’illusione è dovuta al fatto che i piani convergono in un punto di fuga centrale. Ciò significa che il soffitto scende dall’alto verso il basso e il pavimento in mosaico sale come in una salita. Dopo il recente restauro sul fondale si trova una statuetta di guerriero risalente all’epoca romana, ma storicamente un finto motivo vegetale che accentuava accora di più quest’illusione ottica.

Antica Farmacia

Immagine della farmacia più antica di Roma, ma anche dell'Europa. Un posto assolutamente da visitare per chi non sa cosa vedere a roma

È la farmacia più antica di Roma, ma non solo, anche d’Europa. Se stai cercando qualcosa da vedere a Roma, fuori dal convenzionale, ma allo contempo magnifico, questo è l’esempio lampante. Vi è stata costruita nel Cinquecento per uso interno del convento Santa Maria della Scala, nel corso del tempo assunse un’importanza sempre maggiore fino ad essere frequentata da cardinali, principi e persino dai pontefici, tanto che conquistò l’appellativo di “farmacia dei papi”. L’ingresso nella Sala delle vendite, è rimasto bloccato in una bolla temporale al 1700, gli arredi sono gli stessi originali dell’epoca. Vi sono stati restaurati solo i pavimenti e il soffitto in stile liberty. Tutto intorno vedrete vetrine ricolme di ampolle, barattoli e scatoline di legno di sandalo, spezie, droghe e veleni che raccontano una storia millenaria.

Chiesa Sant’Ignazio di Loyola

immagine della cupola nella chiesa di sant'ignazio che è completamente dipinta

la seconda chiesa dei Gesuiti a Roma, in un particolare stile barocco. L’interno ha tre cappelle per lato, intercomunicanti tra loro. La policromia dei marmi, gli stucchi, la decorazione pittorica e la ricchezza degli altari la rendono un’attrazione strepitosa. La maggior parte degli affreschi sono realizzati da Andrea Pozzo, famosissimo per le sue quadrature.

immagine dell'affresco prospettico della chiesa di sant'ignazio. Se non sai cosa vedere a roma è il posto perfetto

Quando si osserva il soffitto, stando in piedi nel punto marcato a terra da un disco dorato posto nel pavimento della navata, si può ammirare un’illusione prospettica di un secondo tempio, sovrapposto al primo, quello reale della chiesa. Un altro segno sul pavimento, dislocati più vicino all’altare, vi invita ad osservare una seconda tela prospettica, sopra la crociera, che riproduce l’immagine di una cupola. Si presume che non fu mai realizzata a causa di motivi economici.

Se vuoi conoscere tantissime curiosità, consigli e itinerari come questo, oppure altre idee su cosa vedere a Roma o nel mondo puoi seguirci su Facebook oppure su Instagram , troverai ogni giorno tantissimi contenuti interessanti.

Se vuoi invece conoscere invece tutte le offerte sui viaggi attive in questo momento CLICCA QUI

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
WhatsApp