fbpx
/
/
I giardini perduti di Heligan: la favole prendono vita
I giardini perduti di Heligan in inghilterra

I giardini perduti di Heligan: la favole prendono vita

Dopo più di cento anni di abbandono, è tornato a risplendere uno dei luoghi più belli della Gran Bretagna che pochi conoscono. Tra le foglie fruscianti, i magnifici panorami e sentieri nascosti potrete scorgere delle pittoresche creature che popolano questi magnifici giardini perduti di Heligan.

La storia dei giardini perduti di Heligan

giardini perduti di heligan, magici e popolati da tantissime creature magiche

In passato apparteneva ad una delle famiglie più misteriose dell’Inghilterra, conosciuta con il nome Tremayne. Quest’ultima si prese cura per anni e portò i giardini al massimo splendore, importando differenti specie di piante e alberi. Tra tutte, la più unica è quella che gli inglesi chiamano “pineapple pit”, una particolare serra che sfrutta un particolare metodo che favorisce la coltivazione di ananas anche con il gelido inverno londinese. Un sistema particolarmente complesso e minuzioso, motivo per cui è l’unico in tutta Europa.

La vasta vegetazione dei giardini di Heligan con i suoi laghetti pieni di ninfee e palme

Con lo scoppio della prima guerra mondiale, tutti gli uomini furono chiamati alle armi, compresi i giardinieri che si occupavano della tenuta. Solo sei uomini di ventidue che lasciarono questo posto magico ebbero la fortuna di tornare tra i sentieri dei Giardini perduti di Heligan. Per molto tempo fu usato come ospedale di campo durante la stessa guerra. La seconda guerra mondiale gli diede completamente il colpo di grazia. l Giardini perduti di Heligan sembrava destinato ad appassire ed essere completamente dimenticato.

Tutto rinasce dalle ceneri come una fenice all’inizio degli anni Novanta, quando venne meticolosamente restaurato grazie al progetto di John Willis uno degli eredi della famiglia Tremayne e Tim Willis il produttore discografico Tim Willis.

Cosa visitare assolutamente nei giardini perduti di Heligan

La ragazzi di fango, che si trasforma a seconda della stagione, grazie ad un mix di materiali che rendono tutto ciò possibile. Visitabile all'interno dei giardini di heligan

La ragazza di Fango: possiamo definirla l’attrazione principale che ritrae una giovane ragazza addormentata tra gli alberi. Un’opera di Pete e Sue Hill, due fratelli e artisti locali. Quest’opera viene considerata “vivente”, poiché grazie a un sapiente miscugli di materiali il suo aspetto cambia a seconda delle quattro stagioni.

il ponte tibetano in corda che può essere percorso dai più temerari presente all'interno dei Giardini di Heligan

La Giungla di Heligan: un tripudio di felci tropicali, palme esotiche giganti che si sviluppano tra sentieri, passerelle, stagni di ninfee e banani. Per i più coraggiosi potete avventurarvi lungo il ponte tibetano di corda tra i più lunghi della Gran Bretagna.

La testa del gigante all'interno del Giardini di heligan che si fonde completamente nella natura

La testa del Gigante: un’opera che il tempo a fuso completamente con la vegetazione circostante dando l’impressione di sorgere proprio dalla terra. I muschi e i licheni che hanno ricoperto la testa del gigante sembrano folti capelli smossi dal vento.

Informazioni Utili

Il costo dell’ingresso si aggira a circa 17,50 £ per gli adulti mentre i studenti pagano 11 £, i bambini sotto i 5 anni godono di ingresso completamente gratuito. Le famiglie composte 2 adulti e fino a 3 bambini pagano circa £ 48,00.

Se vuoi conoscere tantissime curiosità, consigli e itinerari come questo, oppure altre idee su cosa vedere a Roma o nel mondo puoi seguirci su Facebook oppure su Instagram , troverai ogni giorno tantissimi contenuti interessanti.

Se vuoi invece conoscere invece tutte le offerte sui viaggi attive in questo momento CLICCA QUI

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
WhatsApp