fbpx

I segreti del Gargano

LA FOLTA CHIOMA DEL GARGANO

Il Gargano con la sua boscaglia, ospita numerose specie di animali anche rare e una folta flora. Lo sperone d’Italia, ospitando la foresta Umbra con tutto il Parco Nazionale del Gargano, ed offre la possibilità di osservare numerose specie di alberi. Faggi, abeti, aceri con un ricco sottobosco di  rose canine e garganiche, ciclamini e varie specie di funghi che fanno da suolo a numerosi uccelli come lo scricciolo, il picchio e la capinera solo nel citarne alcuni.  Il Gargano oltre a una parte boschiva, ha una parte rocciosa con strapiombi sul mare. Per arrivare al mare è necessario percorrere sentieri naturali incorniciati da numerosi mandorli, ulivi e fichi d’india. Molto probabilmente i sentieri tutt’ora utilizzati, sono gli stessi usati dalle civiltà antiche del paleolitico. Fortunatamente abbiamo la possibilità di visionare i reperti archeologici da loro lasciati, attualmente i più antichi d’Italia. I sentieri sono percorribili ai turisti e amanti della natura. Le rocce bianche della montagna, il verde della vegetazione e l’azzurro del mare, creano un quadro naturale armonioso per la vista e donano una pace per l’animo.

 

 

GALLERIA FOTOGRAFICA
Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
WhatsApp