fbpx
/
/
La magia delle Luci d’Artista e Padula (Sa)

La magia delle Luci d’Artista e Padula (Sa)

LA MAGIA DELLE LUCI

Nel 2009 e nel 2010, c’è stato un gemellaggio tra le due città, le luci usate negli anni precedenti a Torino sono state riutilizzate a Salerno con l’aggiunta di installazioni inedite.
Quest’anno l’iniziativa a Salerno avrà come tema “Le Mille e una Notte”. Diversi  saranno gli artisti  coinvolti che  trasformeranno palazzi e piazze in luoghi da fiaba. Quest’anno si estenderanno anche nel centro storico e come novità, il Palazzo Fruscione, ospiterà le riproduzioni delle macchine di Leonardo da Vinci a grandezza naturale tutte da provare. Ritornerà la ruota panoramica sorella gemella della ruota di Parigi che vi permetterà di osservare dall’alto, da circa 60 metri di altezza, l’atmosfera magica delle luci. Da non perdere sicuramente i suggestivi mercatini di Natale nelle casette di legno situate vicino al lungomare e i presepi di sabbia nella stazione marittima. Non mancherà l’albero di Natale gigante in piazza Portanova.

Padula
Padula o Parula, è sicuramente conosciuta  per la splendida Certosa, la prima a essere sorta in Campania. Con i suoi 51.500 metri quadrati di estensione, è la più grande Certosa in Italia e tra le più grandi in Europa. Possiede un cortile, una chiesa, tre chioschi tutti in stile barocco ma anche orti e giardini all’italiana. All’interno ospita il Museo archeologico provinciale della Lucania Occidentale con reperti come tombe, statue, colonne e capitelli rinvenuti rinvenuti nellla valle del Tanagro. Tornando alla Cerose, i lavori iniziarono nel 1306 per volere di Tommaso II Sanseverino ma ci furono grandi rifacimenti nel periodo Barocco. La chiesa è dedicata a San Lorenzo ed è realizzata da Antonio Baboccio da Piperno con affreschi di Michele Ragolia ed è formata da un’unica navata con quattro cappelle. A Padula, oltre alla bellezze artistiche, si apprezza anche la cucina che soddisfa ogni tipo di palato. Da provare è la sopressata, i “fusilli trascinati” fatti a mano, la carne di cinghiale, la “ciambotta” a base di verdure e “friggiteli”, gli  scialatielli al ragù, ò sfriunzolo di maial e gli scauriatelli tipici dolci natalizi ma solo per citarne alcuni. Da provare assolutamente sono i panzerotti fritti di ricotta e cioccolata e  il pane di Padula. Uno spettacolo da non perdere, tra luci, arte e gastronomia tipica, occasione  di festa per tutti, adulti e bambini!

 

GALLERIA FOTOGRAFICA

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
WhatsApp